Subscribe By RSS or Email

Artisti in Residenza: Chiara Sarcona e Andrea Perotti [CS]

E’ iniziata a Montopoli di Sabina e Poggio Mirteto l’attività artistica di Chiara Sarcona e Andrea Perotti.

Chiara, vincitrice del Bando I Notturni delle città, realizzerà un progetto che prevede di raccontare, per mezzo di drammaturgie originali (molte delle quali scaturite da interviste/lavori d’inchiesta),diverse storie di artisti, poeti e personaggi che hanno legato la loro esistenza all’Università “La Sapienza” di Roma, sfruttando l’enorme potenzialità dell’atto teatrale e contando sulla marea di fonti poetiche, letterarie, musicali e audiovisive che un lasso di tempo di più di cinquant’anni ci mette a disposizione”. Un’unica voce femminile racconterà fatti veri partendo da punti di vista immaginari, così da creare uno spettacolo che possa essere un vero e proprio ponte di emozioni, dove ciò che è importante restituire  non è la figura specifica del protagonista ma lo spirito del tempo che questo ha vissuto.
“Il punto di vista immaginario rispetto ai fatti reali che vengono narrati serve a noi per raccontare eventi che appartengono ormai alla storia di questo paese con un piglio originale e – perché no – ironico”.
Andrea che ci spiega la sua idea progettuale “Dal momento in cui iniziamo ad analizzare la condizione attuale delle generazioni più giovani, inclusa la nostra, ci sono determinate tematiche che più frequentemente risuonano nelle nostre riflessioni, come ad esempio: l’omologazione, il senso di inadeguatezza, la perdita di contatto con il reale, la paura di connettersi veramente agli altri e la conseguente incapacità di distinguere l’immagine dall’essere.
Seguendo il desiderio e la necessità di parlare di tutto questo, ho trovato un ottimo spunto di partenza nel mito del labirinto di Cnosso, esaminandolo in particolar modo da un punto di vista differente, quello del Minotauro: l’oppresso, l’emarginato, l’anti-eroe. Parte dell’ispirazione deriva da una desueta visione del mito, quella di Friedrich Dürrenmatt, nel celebre racconto de “Il Minotauro”, dove l’attenzione è posta sull’esperienza psicologica e fisica che l’uomo-animale affronta nella sua realtà.
Gli artisti in residenza svolgeranno le attività di ricerca e produzione rispettando tutte le norme di sicurezza antiCovid19. Le attività di restituzione si svolgeranno in modalità on line. Le modalità di fruizione verranno rese note sul sito www.condizioniavverse.org
Le attività della Residenza Multidisciplinare della Bassa Sabina TerrArte 2020 sono svolte in attuazione dell’Intesa triennale MIBACT Regione Lazio in attuazione dell’art. 43 “Residenze” del D.M. 27 luglio 2017, relativa alle Residenze artistiche per il triennio 2018-2020”  

Leggi gli altri articoli Uncategorized